il colpo di calore nel cane

il colpo di calore nel cane

cucciolata H: cuccioli 6 settimane
30 luglio 2019
lastre displasia enja
Enja Youky’s Gift news
18 agosto 2019

il colpo di calore nel cane

colpo di calore nel cane

colpo di calore nel cane

Oggi parliamo di colpo di calore nel cane

Il mio consiglio di oggi (in realtà di tutta l'estate ma in questa così torrida è un problema ancora più pressante) è di fare ⛔️⚠️‼️ ASSOLUTAMENTE ATTENZIONE ‼️⚠️⛔️ ai COLPI di CALORE

Erano mesi che mi ripromettevo di buttar giù due righe e... dopo che ci ho quasi perso un mio cane... mi sono decisa 😞😏

Quindi eccovi qui qualche informazione che spero possa essere utile 😊

Queste belle e lunghe giornate invogliano tutti a stare maggiormente all’aperto ma ATTENZIONE al colpo di calore (o ipertermia) che è un grave disturbo della termoregolazione, un aumento improvviso della temperatura corporea del cane (e anche del gatto) che può arrivare a provocare gravi danni al suo organismo.

Nei casi più gravi, possono esserci dei danni irreversibili che possono portare l'animale persino alla morte.

Per questo motivo è fondamentale conoscere le condizioni che portano al colpo di calore, i sintomi e cosa fare come primo soccorso.

Il colpo di calore può colpire in qualsiasi momento e stagione a seconda delle condizioni ambientali, ma d’estate, con l’aumento delle temperature esterne, il problema si esacerba; in modo particolare nelle giornate in cui il grado di umidità è molto elevato.

Quindi...

Cos'è il colpo di calore?

Il colpo di calore, o ipertermia, è un grave disturbo della termoregolazione che porta ad un aumento repentino della temperatura corporea del cane (e anche del gatto), con incapacità di termodisperdere correttamente il calore e che può arrivare a provocare gravi danni nel suo organismo fino alla morte.

La temperatura corporea che nel cane è normale intorno a 38°/39°C in fase di colpo di calore sale sopra i 41° e può arrivare ai 43-44°.

Tra i cani più soggetti al colpo di calore ci sono anche gli anziani, i cuccioli, quelli malati o che soffrono di problemi cardiaci e respiratori e le razze brachicefale; ma può colpire ogni soggetto.

Le razze più esposte sono, appunto, quelle brachicefale (dal muso corto e testa larga, con canna nasale corta) come bulldog, carlini, pechinesi, boxer, shih tzu, boston terrier, cavalier king... anche se il colpo di calore sostanzialmente può colpire qualsiasi cane.

Tenete SEMPRE presente che i cani non sanno assolutamente regolarsi da soli e non capiscono quando sia il caso di fermarsi.

Se il vostro cane trova qualche amico con cui giocare non farà certo attenzione a moderare la sua attività e dovrete essere voi a monitorare la situazione (in qualsiasi momento della giornata, indipendentemente dall'orario) ed intervenire, fermandolo, prima che il rischio diventi eccessivo.

In questo periodo gli unici momenti in cui si può un po' abbassare la guardia sono le prime ore della mattina (le sei circa) e la sera dopo le dieci (ma anche lì fate attenzione: non sono rari i casi di soggetti colpiti da colpo di calore anche la sera alle 22,30).

Per darvi un'idea: il nostro è stato male (malissimo) dopo aver corso PER SOLI 5 MINUTI, alle 20.30 di sera, sotto i pini.............

colpo-di-calore-nel-cane-cosa è

Quali sono le cause che portano al colpo di calore?

Come molti di voi già sapranno noi umani disperdiamo il calore sudando attraverso la pelle di tutto il corpo.

I cani hanno invece una conformazione che tende a conservare il calore piuttosto che liberarlo e si scaldano più velocemente delle persone. I modi che hanno i cani per regolare la loro temperatura corporea sono la respirazione con la lingua fuori dalla bocca e una leggera (dato che hanno pochissime ghiandole sudoripare) traspirazione dai polpastrelli. Il loro corpo quindi a volte non si raffredda a sufficienza.

Se il cane non riesce a regolare la propria temperatura corporea, può andare incontro al pericolosissimo colpo di calore.

A partire da una temperatura corporea di 41 gradi si verifica un forte afflusso di sangue soprattutto nelle parti più superficiali del corpo, la vascolarizzazione degli organi vitali può divenire insufficiente e si può arrivare alla morte dell'animale.

Non sempre riusciamo a capire quando un cane ha un colpo di calore finché i sintomi non si manifestano improvvisamente e vistosamente. Il problema poi può intensificarsi fino a diventare una emergenza nel giro di pochi minuti.

Sapere come intervenire repentinamente per trattare il colpo di calore di un cane è di estrema importanza per salvargli la vita.

Le cause del colpo di calore in un cane possono essere diverse:

  • predisposizione di razza: come abbiamo detto sopra i cani brachicefali sono particolarmente soggetti al colpo di calore. Quindi prestate ancora di più attenzione se avete bulldog, carlini, pechinesi, boxer, shih tzu, boston terrier, cavalier king... e tutte le razza a muso corto e schiacciato
  • ambienti con temperature troppo elevate e non ben areati: tipico il caso del cane lasciato in auto o a casa in mansarda. In auto la temperatura ambientale sale rapidamente, anche con i finestrini più che socchiusi e nel giro di mezz’ora si raggiungono i 50 gradi; in mansarda, per quanto areata sia, la temperatura sarà sempre più elevata che nel resto dell'abitazione.
  • scarse capacità di termoregolazione del cane: il cane non suda come una persona, ma disperde il calore principalmente respirando e questo può non essere sufficiente se la temperatura ambientale è molto alta
colpo-di-calore-nel-cane-sintomi

Quali sono i sintomi del colpo di calore?

È importantissimo saper riconoscere i sintomi del colpo di calore in un cane.

Tenete ben presente che i cani sono soggetti a colpi di calore anche nelle prime ore della giornata o, addirittura, alle 22:30 di sera (per dire un orario in cui presumibilmente l'aria dovrebbe essere più fresca) e ancor di più in caso di umidità elevata.

In caso di colpo di calore è necessario intervenire IMMEDIATAMENTE. Diversamente se il cane raggiunge la temperatura di 40-43°C entra in come e rischia di morire entro brevissimo tempo.

Ma quali sono i sintomi di un colpo di calore?

  • respiro affannoso e molto accelerato, con abbondante salivazione: il cane ansima, sbava, è in iperventilazione, resta a lungo con la bocca aperta
  • scarsa reattività: il cane fa fatica a muoversi, appare apatico e quando si muove lo fa come se fosse “ubriaco”
  • tremore muscolare
  • battito cardiaco accelerato
  • aumento della temperatura corporea
  • gengive di colore troppo scuro: possono apparire rosso scure in fase iniziale, ma anche chiare in fase di collasso
  • vomito: il cane che vomita, anche più volte e magari con presenza di sangue è un importante campanello d’allarme
  • diarrea: la diarrea non si presenta sempre se c'è stato anche vomito, ma se lo fa può presentare in questo frangente molte tracce ematiche
  • in casi estremamente gravi si può arrivare anche collasso e crisi convulsive. In questo caso il cane perde il controllo degli sfinteri e quindi del corpo e crolla a terra. Potrebbero sopraggiungere anche convulsioni più o meno violente

Il primo pensiero è quello di dar da bere acqua ad un cane colpito da colpo di calore, ma in questo occorre fare attenzione: potrebbe berla troppo velocemente rischiando di soffocare o berne troppa rischiando di innescare (anche a causa del suo stato di agitazione generale) una torsione gastrica (tragedia nella tragedia)

Importante quindi condurre immediatamente il cane dal veterinario che provvederà a reidratarlo e ad effettuare gli accertamenti del caso.

La durata della fase acuta di un colpo di calore dipende dalla velocità di intervento e con cui si porta il soggetto da un veterinario. Il veterinario deve poter impostare una terapia nel più breve tempo possibile.
Occorre tener presente che questa è solo la fase acuta: il colpo di calore può avere conseguenze anche nei giorni successivi; per questo motivo il cane andrà monitorato e tenuto sotto terapia (il rischio di sviluppare danni renali o sistemici è molto alto).

Quali norme di primo soccorso adottare?

Ricordate sempre: il colpo di calore è un’urgenza veterinaria assoluta, non bisogna MAI aspettare di vedere come va; si rischia che il cane ci muoia davanti gli occhi.

Non è conveniente nemmeno chiedere al veterinario di venire a casa perché lì non ci saranno tutte le attrezzature di cui avrà bisogno.

Prendete quindi il cane colpito da colpo di calore, caricatelo in macchina, avvisate telefonicamente il veterinario più vicino a voi dell'emergenza in corso (in modo che prepari gli strumenti del caso) e portatevi con urgenza il cane.

Se però NON avete un veterinario vicino dovete organizzarvi da soli.

Portate immediatamente l'animale all'ombra; iniziate a raffreddarlo bagnandolo con acqua fresca sopra il collo, sotto le ascelle, sulla pancia e nella regione inguinale. Appoggiate poi del ghiaccio sintetico (un siberino o una bottiglia di acqua congelata..) sul piatto delle cosce, sopra la testa e sotto i polpastrelli del cane.

Cercate di posizionare l'animale in decubito sternale: a pancia sotto, con lo sterno poggiato a terra e le zampe anteriori e posteriori divaricate lateralmente (in questo modo il cane avrà una maggiore superficie di contatto, disperderà il calore maggiormente e soprattutto la respirazione sarà agevolata).

Per evitare effetti collaterali, è molto importante tenere sotto controllo la temperatura corporea del cane colpito da colpo di calore e interrompere le operazioni di raffreddamento quando questa raggiunge i 39,5-40°C circa.

Successivamente, l’animale avrà comunque bisogno di ricevere le cure di un veterinario.

IfG-colpo-di-calore-nel-cane-che-fare

Quali possono essere le conseguenze del colpo di calore

Come abbiamo detto il colpo di calore nel cane non si esaurisce durante l’urgenza, ma potrebbe causare problematiche anche nei giorni seguenti alla fase acuta.

L'animale va quindi tenuto monitorato e sotto terapia anche nei giorni successivi.

Particolarmente importanti da tenere sotto controllo sono la funzionalità renale, eventuali emorragie del tratto gastroenterico e la funzionalità cardiaca, di cui il vostro veterinario si occuperà nel modo migliore.

Quali sono i cani più a rischio di colpo di calore?

  • cuccioli (fino a sei mesi di età)
  • cani anziani (oltre i sette anni)
  • cani sovrappeso
  • cani che si affaticano facilmente quando fanno esercizio fisico
  • che soffrono di malattie croniche
  • che sono in convalescenza
  • che soffrono di disturbi respiratori e/o cardiaci
  • soggetti di razze brachicefale (dal muso corto e testa larga, con canna nasale corta) come bulldog, carlini, pechinesi, boxer, shih tzu, boston terrier, cavalier king...

Come evitare il colpo di calore?

Tenete presente che queste, per evitare il colpo di calore nel cane, ‼️ NON ‼️ sono le solite raccomandazioni da prendere sottogamba: sono notizie di questi giorni le morti di cani (anche di allevatori, quindi persone esperte e che mai metterebbero a rischio la vita dei loro animali) che avevano corso per soltanto 5 minuti, la sera alle 21:30 - 22:00......

Non sottovalutate mai e fate ANCORA PIÙ ATTENZIONE nelle giornate UMIDE.

Quindi:

  • durante il giorno, se la temperatura esterna è superiore a 25°C, tenere il cane a RIPOSO in un luogo fresco e all’ombra.
  • Non fare passeggiate durante le ore più calde della giornata, ad eccezione delle necessarie, ma in questa stagione brevi, uscite fisiologiche di metà giornata (soprattutto se vivete in contesti urbani ricordate che a causa di auto, asfalto, cemento, carenza di "verde" la temperatura sarà sicuramente più elevata e l’asfalto, che incamera calore, sarà caldissimo)
  • lasciare al cane SEMPRE una grande ciotola di acqua fresca
  • MAI lasciare il cane chiuso in AUTO, in nessun caso! Neanche cinque minuti. Nemmeno con la macchina all’ombra: l’abitacolo si surriscalda MOLTO velocemente!!!
  • in caso di viaggi in auto, accendere l’aria condizionata in anticipo (c’è ancora chi non lo fa!)
  • non lasciare il cane all’aperto in un posto al SOLE, senza sufficienti ripari all'ombra (soprattutto per cani con difficoltà a muoversi che potrebbero non riuscire a spostarsi velocemente dalle zone in pieno sole)
  • evitare di tenere i cani in ambienti troppo caldi e poco areati, tipo mansarde o stanza troppo piccole con finestre chiuse.
  • valutate bene se sia il caso di portare il vostro cane in spiaggia. Stare sotto l'ombrellone può non essere sufficiente. Bagnategli le zampe, la testa e la pancia. E fatelo bere spesso.
  • somministrare i pasti nelle ore più fresche della giornata e dopo almeno un'ora dalla fine della passeggiata
colpo-di-calore-nel-cane-asfalto

NON SI FA, ma se siete voi a dover lasciare il cane in macchina:

  • parcheggiate sempre all’ombra, ma tenete anche presente che il sole gira. L’ombra di un albero, può spostarsi nel giro di pochi minuti lasciando la vettura esposta al sole
  • ricordate di utilizzare sempre le tendine parasole per i finestrini ed il TELO BECOOL (è utilissimo ed efficacissimo per mantenere una temperatura molto più fresca all'interno dell'abitacolo. Lo trovate tranquillamente su Amazon)
  • se fa molto caldo, ricordate che abbassare leggermente il finestrino non basta; usate il KENNEL e aprite TUTTI i finestrini ed il portellone posteriore

Ricordate: bastano pochi minuti perché un cane inizi a dare segni di sofferenza e rischiare la vita

barbara
barbara
Ciao! Sono Barbara YOUKY'S GIFT
Nata, letteralmente, con il Pastore Svizzero Bianco e cresciuta con solo questa razza nel cuore.
Passo le mie giornate a studiare i miei cani, "lavorare" con loro, valutare cosa sia "il meglio" per ciascuno, "vivendoli" a tutto tondo. Allevo con amore e passione i cuccioli di Pastore Svizzero e vi consiglio il più adatto alle vostre esigenze, aspettative (compagnia, esposizioni, lavoro) e al vostro modo di vivere.
Insomma, la mia vita è dedicata interamente ai miei Pastori Svizzeri. E non c'è cosa che potrebbe rendermi più felice!!!
Seguimi! Ti aiuterò a conoscere meglio il tuo Pastore Svizzero Bianco, iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook e Instagram.
Translate »